Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Torre Nord del Vajolet (anello pso Santner-Pso Coronelle), 12/09/2015
Inserisci report
Onicer  njek   
Gita  Torre Nord del Vajolet (anello pso Santner-Pso Coronelle)
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Malga Frommer  (1740 m)
Quota arrivo  2810 m
Dislivello  2080 m
Difficoltà  F
Rifugio di appoggio  Rif Pso Santner - Rif Vajolet - Rif Fronza
Attrezzatura consigliata  spezzone di corda per un breve tratto nel canale per Forcella Nord
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Discrete
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Con Sergio siamo partiti alla volta del Catinaccio e lasciata la macchina all'ampio parcheggio a Malga Frommer ci siamo incamminati per sterrata a fianco delle piste da sci (segnavia 15) e abbiamo raggiunto il Rif Fronza alle Coronelle (tratto piuttosto noioso).
Abbiamo proseguito per il sentiero/ferrata per il Passo Santner. La definizione di via ferrata potrebbe esser quasi eccessiva, abbiamo usato la longe solo in un breve tratto, in buona parte è assimilabile ad un sentiero attrezzato. Erano presenti accumoli di grandine e un pò di neve che non han creato problemi.
Dal Passo Santner ci siamo diretti verso il Rosengarten ....questa è un altra storia di cui scrivo in altro report, sperando di non creare equivoci (nel dislivello indicato in questo report manca il dislivello per salire al Rosengarten) .
Di ritorno dalla cima siam scesi per il Rif Re Alberto e la Gola delle Torri nella Val del Vajolet, preso per un breve tratto il sentiero che risale questa valle lo abbiamo abbandonato per salire al Passo Vajolet, non ci sono indicazioni, è consigliabile avere osservato delle foto e riconoscere il valico con a dx la IV Testa d'Agnello e a sx la Torre del Passo.
Poco sopra il sentiero c'è un ometto, e ci sono tracce nel ghiaione....prima di arrivare al passo ci si dirige a sx a prendere la cengia che taglia il versante est delle Torri.
La cengia non ha difficoltà tecniche si cammina su traccia (lo valuterrei EE).
Si arriva ad un dossetto alla base del canalone che scende tra le Torri Est e Principale a sx e la Torre Nord a dx.
Subito si vedono degli ometti, in realtà ce ne sono sia a sx, che portano a salire su un groppone roccioso sia più a dx passando più verso il fondo del canalone.
Noi siam saliti sul groppone senza grosse difficoltà, che variano tra il I° e il II°, piuttosto discontinue, quindi mi son sentito decisamente a mio agio.
L'unico punto impegnativo (di tutta la salita se si segue l'itinerario corretto) è un saltello che per me ha l'ultimo passo piuttosto impegnativo e che in discesa abbiamo superato con una doppia (una delle corde da 30m è avanzata...), c'è un anello di cordino.
Avevo la descrizione presa dal libro di Andrea Gabrieli (edito da Visentini), l'indicazione che manca da questa descrizione (ma anche dalla descrizione di VieNormali) è che a circa 2690m (l'altimetro mi ha indicato 60m di quota sotto la Forcella Nord) il canale è bipartito da una sorta di cresta.
Non è facile descrivere il punto, ma di fronte a un basso saltello con massi incastrati a dx e possibilità di passare facilmente a sx è meglio andare a dx e salire dal ramo a dx (guardando dal basso).
Solo che verso dx non ci sono ometti (o forse non li abbiamo visti?), il ramo di dx non è visibile mentre il ramo di sx appare evidente e una corda penzolante da un saltello ci ha fatto pensare che quella fosse la strada giusta.
Il ramo di sx risulta più impegnativo (l'abbiamo percorso in salita), la corda penzolante ha una staffa di corda che aiuta a salire un saltello complicato, difficile dare un grado (...così sarà anche artificiale??....) ma per noi, che l'abbiamo trovato anche viscido, decisamente più impegnativo del II° delle descrizioni citate.
Oltre c'è ancora un passo che forse è al limite superiore del II° e poi, ormai, si è in forcella.
Il ramo di dx l'abbiamo percorso in discesa (ometti), ed è evidentemente il ramo descritto negli itinerari citati, il masso incastrato non lascia dubbi, noi siam passati all'interno passandoci gli zaini.
Dalla forcella basta far ballare l'occhio e seguire gli ometti e si è in vetta.
Purtroppo oggi non è stata una gran giornata e il panorama è stato limitato. La Torre Principale ha fatto comunque gli onori di casa, e ogni tanto comparivano le famose Torri Meridionali con gli ometti che vi si arrampicavano.
La Torre Nord non è certamente tra le più belle delle Torri del Vajolet, ma è una splendida meta per l'escursionista abituato a questo generi di itinerari.
Ridiscesi spediti alla base del canalone e per la cengia al sentiero siamo scesi sotto il Rif Vajolet e siam saliti al Passo Coronelle da dove siamo scesi al Rif Fronza e a Malga Frommer.

Foto 1 : dal sentiero nella val del Vajolet, la salita per prendere la cengia
Foto 2 : nel canalone di salita, la punta piuttosto al centro della foto è la Torre Nord, la cima vera e propria è leggermente dietro il vertice dell'immagine
Foto 3 : Temo che nell'immaginea 800pix il canale bipartito si noti poco, la foto è del ottobre 2012. Sul libro di Tommaso Forin c'è una splendida foto in cui si nota benissimo.....
Comunque, la freccia verde è il ramo più difficoltoso (che abbiamo percorso in salita), la freccia rosso indica il canale indicato dagli itinerari con il buco sotto masso incastrato.
Report visto  1900 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport